Coronavirus, le misure dell’industria e delle associazioni di categoria

Mentre prosegue l’adozione di misure da parte del governo per arginare la diffusione del Coronavirus in Lombardia e nelle altre regioni del Nord Italia, anche l’industria e le associazioni di categoria sono intervenuti con richieste e consigli per tenere la situazione sotto controllo.

Confindustria, nella persona del suo Direttore Generale, ha sottolineato l’importanza delle misure di carattere economico prese dal Governo e ha ribadito la volontà dell’associazione di collaborare per la gestione di questa delicata fase preliminare.

Federchimica ha fornito una serie di indicazioni sulle misure da adottare da parte delle imprese operanti nelle regioni toccate dal contagio, al fine di tutelare la salute dei lavoratori e garantire la continuità delle attività.

Anche le associazioni di categoria dei medici hanno diramato alcune linee guida, chiedendo in particolare che vengano rivisti i protocolli sanitari per garantire la sicurezza degli operatori sanitari.

Infine, dalle associazioni dei farmacisti, arrivano iniziative per porre fine alle speculazioni su mascherine e disinfettanti, ormai introvabili o a prezzi aumentati anche fino al 150%.

Le farmacie aderenti ad alcuni gruppi hanno proposto un “patto etico” contro lo sciacallaggio, mentre alcuni farmacisti stanno producendo il proprio gel disinfettante in farmacia secondo le linee guida dell’associazione dei farmacisti preparatori.