La Cina rinuncia alle tariffe per i test sui DM

Il Governo cinese ha abolito le tariffe da corrispondere per i test sui dispositivi medici eseguiti presso i centri statali prima della registrazione.  Per il momento sono solo 4 i centri che rinunceranno alla riscossione di queste tariffe (Pechino, Shangai, Tientsin e Jiangsu). L’abolizione di queste tariffe presso altri centri non è stata ancora confermata, tuttavia a marzo il Governo aveva annunciato la cancellazione di numerose tariffe statali, incluse quelle relative ai test per la registrazione dei dispositivi medici.

Si tratta di una misura dal forte impatto, in quanto le cifre richieste per i test su dispositivi medici a medio rischio variano tra i 5.000 e i 10.000 dollari. La loro abolizione comporta la rimozione di una delle principali barriere all’ingresso di dispositivi medici stranieri sul mercato cinese.